Come incrementare la resistenza della muratura - Scuci e cuci

Per avere buone resistenze meccaniche, una muratura dovrebbe avere un comportamento monolitico.

Quando questo è compromesso, bisogna intervenire per rinforzarla come previsto dalle normative vigenti: “L’intervento di scuci e cuci è finalizzato al ripristino della continuità muraria lungo le linee di fessurazione ed al risanamento di porzioni di muratura gravemente deteriorate. Tale intervento può essere utilizzato anche per la chiusura di nicchie, canne fumarie e per la riduzione dei vuoti, in particolare nel caso in cui la nicchia/ apertura/cavità sia posizionata a ridosso di angolate o martelli murari.” (Circolare 7/2019 – p.to C8.7.4.1) (altri riferimenti: L.G. MIBAC 2011; L.G.ReLUIS 2009; D.n.10/2006 Post Sisma Molise)

Tecnica di esecuzione

  1. Operare la rimozione della parte di muratura (pietrame e/o laterizi) localmente degradata e/o lesionata, ivi compresa la malta di allettamento originaria e tutto quanto possa compromettere le successive lavorazioni, utilizzando mezzi esclusivamente manuali senza l’utilizzo di utensili meccanici.

  2. Procedere al lavaggio del paramento murario con utilizzo di acqua spruzzata a bassa pressione.

  3. Ricostruzione dei conci murari precedentemente rimossi e sostituzione degli stessi utilizzando mattoni pieni allettati con i prodotti webertec BTcalceF o webertec BTcalceG. I mattoni pieni saranno ammorsati (da entrambi i lati) alla vecchia muratura, avendo cura di lasciare tra la muratura nuova e la vecchia, lo spazio per l’inserimento forzato di appositi cunei (mattoni duri).

  4. L’operazione viene eseguita partendo del basso e procedendo verso l’alto.

Note e avvertenze

Il vantaggio di questa tecnica è quello di ripristinare il comportamento originario della struttura, senza condizionare il suo comportamento globale.