Come realizzare una superficie impermeabile e carrabile

Spesso si è alla ricerca di una soluzione smart per la realizzazione di una pavimentazione che sia al contempo impermeabilizzata e capace di resistere ai fenomeni di usura più accentuati. In ambito industriale si richiede normalmente di resistere agli agenti chimici come oli o liquidi aggressivi di varia natura o ai detergenti più performanti, mentre in ambito commerciale è talvolta importante che la pavimentazione non si deteriori quando soggetta ad un traffico pedonale particolarmente intenso o al passaggio di autovetture come nel caso di un parcheggio. La risposta è in questo caso semplice: una pavimentazione poliuretanica ad alte prestazioni, di facile applicazione e riparazione in caso di manutenzione, capace di sopportare le sollecitazioni più estreme senza fallire nella sua missione impermeabilizzante.

Tecnica di esecuzione

  1. Verificare che il supporto sia pulito, stabile ed esente da parti in distacco. Eventuali cavillature possono essere riparate utilizzando weberfloor 4712.

  2. Sottofondi irregolari possono essere livellati con weberfloor Planitec, il livellante cementizio a presa rapida per la rasatura ad altissima resistenza di pavimentazioni soggette a traffico intenso, applicabile in
    spessori fino a 20 mm (Foto A), oppure con l’autolivellante weberfloor 4610 Industry Top che alle elevate resistenze meccaniche unisce un’altissima capacità di livellamento e velocità di messa in opera.

  3. Trattare accuratamente la superficie con primer epossidico bicomponente weberprim EP2K, avendo cura di miscelare bene i due componenti per 3 minuti e diluendolo con 15÷25% di acqua pulita(Foto B).

  4. Dopo 6÷12 ore, trattare preventivamente i punti singolari, come raccordi pareti-pavimento, raccordi parete-parete e tutte le connessioni mediante l’applicazione di weberdry PUR seal rinforzato con la bandella in TNT weberdry fabric 65. In caso di sovrapposizione delle bandelle, prevedere una sormonta di almeno 10 cm. Trattare gli innesti degli altri elementi a geometria complessa (es. tubi di sfiato, tirafondi, ecc..) con il prodotto weberdry PUR details (Foto C).

  5. Procedere successivamente con l’applicazione della membrana weberdry PUR seal sulla superficie primerizzata. Versare weberdry PUR seal e stenderla a rullo, pennello o airles con un consumo di circa 1,5 kg/m2 coprendo l’area di lavoro progressivamente. Srotolare il TNT weberdry fabric 110 direttamente sulla membrana weberdry PUR seal evitando la formazione di pieghe.

  6. Dopo 12÷18 ore applicare un’altra mano di weberdry PUR seal per un consumo di circa 0,9 kg/m2 (Foto D).

  7. Infine, per creare una pavimentazione inalterabile dai raggi UV e adeguatamente resistente ad accogliere un traffico pedonale o veicolare, dopo 12÷18 ore è possibile procedere con l’applicazione del rivestimento weberdry PUR coat o per una maggiore resistenza, weberdry PUR coat traffic.

Note e avvertenze

  • Utilizzare sempre attrezzi nuovi o che siano entrati in contatto solo col medesimo prodotto e mai lavati con acqua

  • I supporti dovranno essere asciutti con un tenore massimo di umidità del 5%