Il sigillante: garanzia di continuità in un pavimento o rivestimento ceramico

Nel momento in cui ci si accinge ad effettuare la posa delle piastrelle è fondamentale riconoscere la giusta importanza alle fughe presenti tra un elemento e l'altro. In particolare, queste ultime devono saper rispondere sia ad esigenze tecniche sia estetiche.

La larghezza delle fughe deve essere stabilita considerando in particolar modo la tipologia e dimensione della piastrella, il suo coefficiente di dilatazione termica e le sue tolleranze dimensionali. E’ necessario  considerare anche la destinazione d’uso e le sollecitazioni a cui è sottoposta la pavimentazione o la facciata di un edificio.

Un sigillante di qualità assicura risultati ottimali indipendentemente dall'ambito di utilizzo: a beneficiarne sono soprattutto gli ambienti facilmente soggetti ad umidità come bagni, cucine, saune o ambienti soggetti ad aggressioni chimiche causate da prodotti per la pulizia e la disinfezione come in caso di ospedali, laboratori, piscine.

I sigillanti cementizi webercolo basic e webercolor style sono più adatti ad ambienti di tipo residenziale o commerciale sia in interno sia in esterno, offrono un’ampia scelta di colore e un’ottima resistenza all’usura e agli agenti atmosferici.

Il sigillante epossidico webercolor vision è più indicato in tutti quei casi in cui è richiesta una forte resistenza ai detergenti chimici utilizzati in ambienti quali ospedali, cucine industriali, laboratori ma anche nel caso di applicazione in piscina o centri benessere. E’ traslucido e rappresenta la soluzione migliore in caso di sigillatura del mosaico vetroso, riuscendo a valorizzare colori e sfumature di ogni singola tesserina. Impermeabile e antimacchia, impedisce la formazione di funghi e muffe e mantiene i colori inalterati nel tempo.