Weber Italia

Come chiudere una traccia nel muro dopo aver spostato una scatola elettrica o un punto luce

Chi non ha mai avuto una necessità simile nel proprio appartamento! 
Questa è un'operazione semplice da realizzare, se si adottano prodotti di qualità.

Le tracce nel muro sono segni visibili di modifiche apportate ad esempio all'impianto elettrico per introdurre nuovi corpi luce e migliorare così l'efficienza luminosa dello spazio abitativo.

Spostare un punto luce o crearne uno nuovo comporta:

  • realizzare un nuovo collegamento elettrico da far passare all'interno dei tramezzi

  • installare cassette elettriche utili all'inserimento dei frutti di comando dei sistemi luminosi oltre che di alimentazione elettrica per elettrodomestici

I passaggi fondamentali per chiudere una traccia nel muro

Per installare una scatola elettrica per il nuovo punto luce, dopo averla posizionata nel foro realizzato all'interno del muro, si utilizza un legante rapido capace di fissarla nello spazio creato e non fessurarsi durante la presa, come webertec presarapida.

Strumenti
Cazzuola, frattazzo.

Procedimento

  • Pulire il supporto da polvere in eccesso, parti incoerenti o in via di distacco

  • Assicurarsi che il supporto sia duro e coeso

  • Bagnare accuratamente le superfici da fissare col prodotto

  • Miscelare circa 1 bicchiere di acqua con 1 Kg di prodotto legante

  • Applicare la malta con la cazzuola riempendo i vuoti

  • Registrare le cassette elettriche del punto luce per metterle in bolla

  • Lisciare con una spatola o rifinire con frattazzino di spugna

Da non dimenticare
Il prodotto va impastato con acqua fredda in estate o con acqua tiepida in inverno, al fine di ottenere i tempi di presa descritti.

Errori più comuni
Il prodotto non va applicato quando la temperatura è inferiore ai +5°C oppure superiore ai +35°C, inoltre non bisogna lasciare i sacchi del prodotto esposti al sole prima dell'impiego.
Non va aggiunta acqua per ripristinare la lavorabilità del legante e quest'ultimo non va utilizzato in fase d'indurimento.
Dopo aver spostato il punto luce, procediamo a coprire la traccia lasciata.

La rasatura serve a rifinire e livellare le irregolarità della superficie, a preparare lo strato a ricevere la pittura e le finiture previste per portare così a termine il lavoro di chiusura delle tracce nel muro.

Il rasante adatto a questo impiego è webercem RS350, traspirante a finitura civile, di colore bianco o grigio, per esterni e interni, con ottima adesione anche su intonaci stagionati e applicabile anche a macchina.

È adatto dunque per supporti d’intonaci tradizionali o premiscelati, a base cemento e calce, nuovi o stagionati, intonaci cementizi resistenti e stagionati, intonaci da risanamento webersan, supporti di gesso quali intonaci, pannelli o cartongesso.

Strumenti 
Spatola d'acciaio, frattazzo di spugna, trapano con frusta.

Procedimento

  • pulire il supporto dove si dovrà applicare il rasante e renderlo omogeneo, resistente e coeso, privo di parti instabili o sfarinanti

  • inumidire la superficie, specie se l'intonaco è stagionato, prima di procedere alla rasatura

  • impastare, con il trapano a frusta a basso numero di giri o con macchina intonacatrice in continuo, un sacco da 5 Kg di prodotto con 1.3 litri di acqua

  • amalgamare l'impasto finché non risulti privo di grumi e quindi con una consistenza omogenea

  • far riposare 10 minuti e poi agitare nuovamente

  • applicare il rasante su supporto umido con una spatola metallica

  • attendere 1 ora prima di stendere la seconda mano di prodotto

  • rifinire con frattazzo di spugna inumidendo con acqua se è necessario per ottenere una superficie priva di giunti e sormonti

Da non dimenticare
Su intonaci nuovi occorre attendere un giorno per ogni mm di spessore d'intonaco prima di applicare la rasatura. 
Su intonaci da risanamento non bisogna superare lo spessore di 3 mm totali di prodotto rasante. 
Il prodotto va applicato con una temperatura compresa tra i +5°C e i +35°C, quindi sono da evitare le giornate di pieno inverno o di estate intensa. Il rasante indicato non è idoneo a ricevere piastrelle o rivestimenti pesanti.

Errori più comuni
Il prodotto non va applicato su rivestimenti plastici, pitture o supporti verniciati o inassorbenti, su quelli con irregolarità superiori a 4 mm, su calcestruzzo, su intonaci instabili o supporti inconsistenti e friabili.

 

La pittura è il passo successivo alla rasatura per portare a termine i lavori di chiusura delle tracce elettriche, per rifinire e dare veste estetica all'ambiente.

È consigliabile utilizzare una pittura molto coprente come weberdeko extra, un'idropittura traspirante lavabile per interni, dall'aspetto vellutato, con un elevato punto di bianco.

Strumenti
Rullo di pelo, pennello, airless

Procedimento

  • Diluire il prodotto secondo le indicazioni riportate sulla confezione

  • Applicare weberdeko extra servendosi del pennello o del rullo di pelo

  • Attendere almeno 6 ore, in normali condizioni di utilizzo, prima di stendere la seconda mano

Da non dimenticare 
Prima di applicare l'idropittura, occorre preparare il muro con weberprim RA13 oppure con weberprim fondo, specie se la superficie è molto assorbente o con un assorbimento irregolare.

Errori più comuni
Il prodotto non va applicato con temperature inferiori a +5°C o superiori a +30°C, su supporti freschi o in presenza di umidità, su superfici esterne.

Consigli utili 
Proteggere i mobili e le superfici da non sporcare con della carta da imballaggio.
Il prodotto, una volta diluito, va applicato entro le 12 o 24 ore.

Con poche e semplici mosse, è possibile dunque spostare un punto luce e chiudere e nascondere le tracce elettriche sul muro realizzate con l'inserimento di nuove cassette elettriche.