Weber Italia

Come eliminare la muffa dai muri di casa definitivamente e rinfrescare le pareti

La muffa è certamente uno dei fenomeni più spiacevoli che affliggono le nostre abitazioni, uno dei problemi più difficili da eliminare.
La muffa è un fungo che trova il suo habitat perfetto in ambienti umidi, poco arieggiati e con mura mal isolate dove filtra umidità.

La muffa si propaga velocemente, è poco salutare ed è antiestetica, ossia visibile sotto forma di evidenti macchie scure sulle pareti, negli angoli, negli armadi, percepibile anche all'olfatto come aria di "marcio" o "di chiuso".
La muffa causa lo sfarinamento delle pitture e, se non correttamente rimossa, è in grado di disgregare completamente anche l'intonaco.
Fino a qualche anno fa, per togliere la muffa, si procedeva a rimuoverla con alcol denaturato o candeggina.
Oggi però sono disponibili sul mercato prodotti specifici come i liquidi sterilizzanti e le pitture antimuffa e anticondensa.

I passaggi fondamentali per eliminare la muffa dai muri di casa e rinfrescare le pareti

Con un po' di buona volontà, qualche attrezzo, prodotti specifici e di qualità è possibile eliminare efficamente la muffa dai muri e respirare nuovamente aria di pulito nella tua casa.

Strumenti

Guanti, spugna, rullo di pelo, pennello.

Procedimento

  • Applicare una quantità consistente di soluzione igienizzante che elimina efficacemente muffe, alghe e macchie su sigillature ammuffite. La sua azione antibatterica neutralizza la muffa dalle pareti

  • Lasciare agire per 15 o 20 minuti, poi rimuovere eventuali residui con una spugna imbevuta di acqua

  • Ripetere l'operazione più volte finché il muro non risulterà pulito

Da non dimenticare 

Prima di procedere con la rimozione della muffa, indossare gli indumenti adeguati e le protezioni adatte: guanti, mascherina e occhiali protettivi.
Ricordarsi di detergere accuratamente le mani quando si lascia agire il prodotto, così come a lavoro ultimato.
A operazione finita ricordarsi sempre di arieggiare la stanza e attendere che le pareti siano asciutte per passare all’intervento successivo.

Errori più comuni

È bene tenere la soluzione igienizzante antimuffa lontano da tessuti, piante, legno e metalli, in caso contrario occorre sciacquare le superfici con acqua. 

Pitturare la parete con un prodotto idoneo a resistere negli ambienti umidi, evitando la riformazione di muffe. 
Scegliere per questo tra le diverse soluzioni proposte di Weber:

  • weberdeko active, idropittura antimuffa per interni traspirante e semilavabile, a bassissimo contenuto di VOC (composti organici volatili) esente da solvente e altamente coprente

  • weberdeko pure, pittura purificante che non solo resiste in ambienti umidi ma contribuisce a pulire l'aria che respiriamo, abbattendo oltre l'80% della formaldeide presente nell'aria, per più di 8 anni. 

Strumenti

Rullo di pelo, pennello, airless

Procedimento

  • diluire il prodotto scelto attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sulla confezione 

  • applicare la pittura servendosi del pennello o del rullo di pelo

  • attendere almeno 6/8 ore, in normali condizioni di utilizzo, prima di stendere la seconda mano

Da non dimenticare

Prima di applicare la pittura, occorre preparare il muro con weberprim RA13 oppure con weberprim fondo, specie se la superficie è molto assorbente o con un assorbimento irregolare e solo dopo 6 ore applicare la prima mano di pittura.

Errori più comuni 

Il prodotto non va applicato con temperature inferiori a +5°C o superiori a +30°C, su supporti freschi o in presenza di umidità, su superfici esterne.

Consigli utili

Proteggere i mobili e le superfici da non sporcare con della carta da imballaggio.
Coprire le prese elettriche, gli interruttori e le placche di rivestimento con del nastro adesivo.
Il prodotto, una volta diluito, va applicato entro le 12 o 24 ore.

Con poche e semplici mosse, è possibile eliminare la muffa definitivamente dai muri di casa, rinnovare l'immagine dei nostri ambienti , rinfrescare le pareti, inserire nuovi arredi e complementi. 

Per interventi di manutenzione straordinaria è consigliabile rivolgersi a un professionista.